manifestazioni

mailing list

Inserisci Nome, Cognome e Indirizzo email per essere sempre aggiornamto sulle attività del Teatro Accademia Conegliano

  Autorizzo la Società ad informarmi, a mezzo fax, email, sms, supporti cartacei o altro, su iniziative commerciali o informative, comunicazioni pubblicitarie, indagini di mercato, programmi a premi e rilevazioni del livello di soddisfazione della clientela. In qualsiasi momento, potrò chiedere di esercitare i diritti di cui all'art. 13 del DLG 3 30/06/03 n. 196.

 

 

Sabato 5 Maggio 2018

ore 20.30

 

Il Teatro Accademia di Conegliano ospiterà sabato 5 maggio alle ore 20.30, lo spettacolo "Speriamo che sia femmina".

Il Gruppo Genitori Sinite Parvulos di Colle Umberto sta sostenendo la ristrutturazione della scuola dell’infanzia “Sinite Parvulos” di Colle Umberto.

Sul palco si esibiranno  60 attori e 25 musicisti per uno spettacolo musicale dedicato alle donne ed, in particolare, a Gianangela Gigliotti, donna coneglianese costretta su una sedia a rotelle dalla violenza del marito.

Al termine della serata un breve momento di confronto sull'importanza del “rispetto delle donne” e della denuncia di ogni atto di abuso e violenza.

Sarà coordinato dall’avvocato Simonetta Busatto, impegnata nella difesa di molti casi di violenza contro le donne.

Con lei oltre a Gianangela Gigliotti ci sarà il CAV (Centro Anti Violenza di Vittorio Veneto), rappresentato da Mariarosa Barazza, coordinatrice del Tavolo Interistituzionale sulla violenza domestica e lo stalking istituito dalla conferenza dei Sindaci della ex ulss 7 e Barbara De Nardi, assessore alle pari opportunità del Comune di Vittorio Veneto.

 

PREVENDITA BIGLIETTI:

CONEGLIANO: presso LIBRERIA CANOVA via Cavour 6/b tel. 0438.22680

VITTORIO VENETO: tel. 370.3144548 (Orari: 10.00-12.00 e 20.00-22.30)

 

Ingresso 12 € adulti - 8 € ragazzi fino a 12 anni

 

Uno spettacolo dedicato alle donne, ed in particolare a Gianangela Gigliotti, donna coneglianese costretta su una sedia a rotelle dalla violenza del marito, ma anche a tutte le persone che piangono di sofferenza, magari nel segreto del proprio cuore.

E’ la storia di due donne amiche, nate e cresciute in ambienti diversi, che in età adulta si ritrovano e si raccontano la vita, una felice e l’altra delusa da amori sbagliati e violenze. Una storia che nella bellezza del gesto teatrale e nel piacere della musica dal vivo lancia un messaggio positivo, pur partendo da una storia molto triste.

“C’è sempre una porta nella nostra vita... ma spesso non sappiamo aprirla. A volte non arriviamo nemmeno alla maniglia! L’amore, l’amicizia, la solidarietà sono le porte che dovremmo sempre cercare di aprire, per ricostruire la fiducia, per saper apprezzare quello che c’è di bello… e per ricordarci che non siamo soli. C’è sempre una mano tesa pronta ad alzarci”.

In queste parole, proiettate alle spalle degli attori negli ultimi momenti dello spettacolo, c’è tutto il significato di “Speriamo che sia femmina”.

Il ricavato dell' evento, coordinato da Andrea Casagrande, sarà devoluto alla Scuola dell’infanzia Sinite Parvulos di Colle Umberto

2016 © Accademia srl - Tutti i diritti riservati
PI 01157820265
Design by: Marketing:Start! Treviso  
Privacy Policy